#Stopbiocidio

Siamo parte di #fiumeinpiena, un movimento pacifico e apartitico, fondato e formato da giovani.

#fiumeinpiena si pone come punto di contatto tra comitati e associazioni del napoletano e della provincia, che da anni si battono sui temi dell’inquinamento della terra a causa degli sversamenti illeciti dei rifiuti – industriali, tossici e nucleari – e dei roghi tossici.

#fiumeinpiena è confluito nella grande marcia del 16 novembre 2013, per dire STOP BIOCIDIO, un traguardo di ampio respiro che vuole riunire sotto la stessa bandiera non solo la Campania ma l’Italia intera, ci siamo incontrati tutti a Napoli per far sentire la nostra voce di protesta per ribadire la nostra sete di verità e di riscatto: chiediamo giustizia, che vengano individuati e mandati via i responsabili , le braccia, le menti e tutti coloro che hanno consentito questa vergogna. 

Vogliamo decidere noi tutti, il Piano di Gestione dei Rifiuti in Campania per ribadire definitivamente:

– Stop ai roghi, agli sversamenti e ai traffici di rifiuti tossici!

– No agli inceneritori e ad ogni forma di combustione dei rifiuti.

– Si alle BONIFICHE solo dopo aver bloccato le attività illecite e solo sotto il controllo delle comunità.

– Si all’inviduazione dei suoli contaminati, alla tutela e alla promozione del settore agroalimentare sano campano.

– No all’ attuale piano di gestioni rifiuti della regione Campania.

In continuità con le manifestazioni della provincia, era giunto il momento che il capoluogo campano ospitasse una grande manifestazione pubblica per gridare un deciso STOP al BIOCIDIO della nostra terra, per passare in maniera decisa da vittime a protagonisti di un percorso che rivoluzioni l’attuale modello di sviluppo.
Abbiamo sentito la responsabilità, come cittadini campani, di scendere in strada chiedendo a tutti di unirsi consapevoli del fatto che nelle diverse competenze, nei diversi modi di essere e di porsi dei vari gruppi presenti sul territorio, ci sia la ricchezza e il valore necessario al conseguimento degli obiettivi proposti.

Una manifestazione onnicomprensiva, in cui ognuno potesse esprimere a suo modo la propria partecipazione.
Tutti uniti per essere più forti, per non far spegnere i riflettori su questa drammatica questione e pretendere giustizia.
Ci siamo rivolti ai semplici cittadini che hanno a cuore le sorti di questa terra e dei suoi abitanti, ai comitati che da anni lottano per diffondere consapevolezza e tutelare il territorio, alle associazioni e ai singoli che combattono dal basso, alle comunità religiose sostenute dalla speranza della fede e a tutti coloro che anche da lontano avevano appreso solo di recente lo scempio perpetrato in questi luoghi : il nostro appello era rivolto a tutte le forze che sentono di potersi impegnare per questa battaglia.

Da quella giornata, e da quelle che le sono precedute e seguite, #fiumeinpiena ha sintetizzato le istanze in un documento condiviso, creato grazie alla collaborazione di tutte le anime di fiumeinpiena.

Condividi

Altri progetti

INN – International Napoli Network
Networking
Distrettobellini
Esperienze di riqualificazione urbana e monitoraggio civico
Eco Festival
Cleanap per la scuola
Let’s Do it! Italy
Bike Sharing Napoli