maggio 23, 2016

Cleanap incontra a Prato Yang People Mover

Yang

Il 13 maggio siamo stati ospiti dell’Officina Giovani di Prato invitati dalla Rete Iter (che ringraziamo!) per presentare il nostro progetto Bike Sharing Napoli all’interno dell’iniziativa “MobilitARSI: Azioni, Responsabilità, Sviluppo, Innovazione”.
L’iniziativa è l’evento conclusivo del progetto Yang People Mover, promosso dal Comune di Prato, che da ottobre a oggi ha coinvolto i giovani pratesi in un processo partecipativo per la definizione di nuove idee per la mobilità della città.
Il gruppo di coprogettazione, formato da under 35,  ha avuto il compito di predisporre una proposta operativa al Comune di Prato per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Prato (PUMS), proposta ben strutturata che ha toccato tutti i punti cardine della mobilità sostenibile partendo soprattutto dal problema culturale che vede l’auto come mezzo primario di trasporto e status symbol.

Illuminante l’intervento di Salvador Rueda direttore dell’ Agencia de Ecologia Urbana de Barcelona, il progetto “Superblocks” di ridefinizione degli assi viari e di pianificazione organica e a lungo termine della città. Ci è venuta voglia di rapirlo e portarlo a Napoli, non è escluso che ci proveremo!

Interessantissima l’esperienza raccontata da Cristiano Sciascia della Cooperativa Ulisse di Firenze che con il progetto Piedelibero cerca di dare una nuova vita non solo alle biciclette ma soprattutto nuove prospettive ai detenuti. L’idea è semplice e geniale: ritirare le biciclette abbandonate provenienti dai depositi, farle riparare e restaurare dai detenuti e rimetterle in circolazione. Questo non solo genera economie basate sul riuso ma soprattutto ha come scopo il recupero sociale attraverso il lavoro dei detenuti.

Andrea Baio di Mobilita.org ha presentato Virtual Bikers un gioco ideato per Moby Dixit – la conferenza nazionale dei mobility manager – che permette di esplorare la propria città in modo “innovativo”, le biciclette ancorate a supporti fissi sono connesse ad una centralina intelligente che monitora la velocità. I partecipanti devono pedalare per raggiungere nel minor tempo possibile il traguardo seguendo la propria gara su una mappa virtuale.

Sarebbe lungo – anche se doveroso – riportare tutti gli interventi, siamo stati positivamente colpiti dalla manifestazione e dalla preparazione che i ragazzi di Yang People Mover hanno raggiunto in questi 8 mesi.
Ridisegnare la mobilità urbana passa attraverso un nuovo modo di vedere e pensare la città non più autocentrica ma “cittadino-centrica”, ritornare a viverla come luogo di aggregazione e di incontro e non di attraversamento, una città disegnata soprattutto per le utenze più deboli garantendo così un’elevata accessibilità a tutti.

Togliere spazio alle auto vuol dire dare spazio alle persone e alle idee.

Condividi

Leggi gli altri articoli

47149148_2533470110013089_6595501777175445504_n
SAVE THE DATE: al via Opportunity!
4a385973-c382-4975-9ea6-713be0f70336
Tutti a Soccavo: tra centro e periferia
DSC02786
Le facce de La Ginestra
incendio-vesuvio-11-luglio-2017-12-3
Flashmob #LaGinestra: mai più roghi
19424309_653314524867207_4027102792080265182_n
Scampia Summer Jam vol. 3
18765951_1786984907994950_5050187862863178012_n
Opportunity al Jemming: serata di beneficenza
17637146_1376408642422820_417426790472713750_o
Ripuliamo la scala del MANN!
agenzie
Agenzia di Cittadinanza – English for all
CityLab
La città, Secondo Noi
Ipotesi ampliamento BS in città – uno studio crowd